Domenica 7 Ottobre, in quel di Carmignanello in Val Bisenzio (PO) si è svolta la cerimonia di inaugurazione ufficiale del Gruppo Alpini di Cantagallo con la consegna del Gagliardetto.

Il Gruppo Alpini di Cantagallo è il quarto gruppo della Val Bisenzio , e si unisce a quelli già esistenti di Vernio, Montepiano e Vaiano.

La cerimonia ha avuto inizio con l’ Alzabandiera, per poi proseguire con la Santa Messa, celebrata nella vicina chiesa di Santa Caterina dal parroco locale, Waldemar Kowalczuk e dall’ immancabile parroco alpino Don Fiaschi.

Al termine della celebrazione il momento più atteso, la benedizione del Gagliardetto che è passato quindi dalle mani della madrina, Sig.ra Antonietta Ottaviano, al Presidente della Sezione Marco Ardia che a sua volta lo ha consegnato al Capogruppo Claudio Serafini.

Terminate le cerimonie religiose, si è quindi proceduto ad una breve sfilata per le vie del paese, accompagnati dalle note della Filarmonica G.Verdi di Luicciana per fare poi ritorno al monumento dedicato ai Caduti e procedere con gli onori e alla deposizione della corona.

Dopo gli interventi  da parte del Sindaco di Cantagallo, Guglielmo Bongiorno e del presidente della Sezione e del Capogruppo si è passati all’ ammaina bandiera e quindi gli Alpini e i tanti cittadini intervenuti hanno potuto gustare il buon pranzo preparato per chiudere degnamente l’ occasione.

Da segnalare la presenza deglii Alpini del Gruppo di Cividate Camuno (BS) arrivati in buon numero e che hanno scortato il Vessillo della Sezione Vallecamonica. Vogliamo ricordare ancora una volta  come siano profondi i vincoli di amicizia che legano il Gruppi Alpini della  vallata del Bisenzio con i Gruppi Alpini camuni.

Legami nati a metà degli anni 70, quando alcuni reparti alpini vennero schierati a guardia del tratto Appenninico della line ferroviaria Firenze- Bologna sede di tragici atti terroristici e rinsaldati poi negli anni con numerosi gemellaggi.

Per finire, una menzione particolare per colui che ha eseguito l’ alza e ammaina bandiera. L’ Alpino Narcisio Ventura, classe 1921, reduce di guerra.

Inquadrato nel  Battaglione Trento (divisione Pusteria) partecipa alle campagne di Albania, Grecia e Montenegro. Trasferito in Francia  nella regione di Grenoble con il suo reparto, dopo l’ 8 Settembre viene catturato dai tedeschi e portato in Germania, per poi essere successivamente  internato in Inghilterra, prima del definitivo ritorno in Italia.

Iscritto al Gruppo Alpini di Vaiano, con le sue 97 primavere non  ha voluto mancare a questa cerimonia. Un esempio per molti di noi, specie per chi durante l’ anno ha sempre un “impegno”  che gli impedisce di partecipare almeno a qualche manifestazione alpina della Sezione.

Al nuovo Gruppo i migliori auguri di “Buon Lavoro” da tutta la Sezione di Firenze !