In occasione del centenario della nascita di Lorenzo Brosadola, presso la sala consiliare del Comune di Calvi nell’ Umbria (TR), Sabato 7 Luglio è stato presentato il libro biografico “Divenne Neve”, realizzato dalla nipote Francesca Brosadola.

Nasce appunto nel Luglio del 1918 a Calvi dell’ Umbria (TR)  dove la madre, sfollata dal Friuli a causa della guerra, aveva trovato ospitalità. Frequenta la Scuola Ufficiali a Bassano. Nominato sottotenente nel 1939 viene assegnato all’ 8° Reggimento Alpini.

Inviato in Albania ai primi di Luglio su personale richiesta viene trattenuto alle armi partecipando quindi alla campagna Greco – Albanese del 1940-41 dove riporta una seria ferita ad un polso.

Ricoverato presso l’ ospedale di Bologna, malgrado non completamente guarito rientra nel Battaglione Gemona, col grado di Tenente e gli viene assegnato il comando della 69° Compagnia, con il quale parte alla volta del fronte russo.

Fino al fatale epilogo del 16 Gennaio 1943 a Selenji Yar dove … “Nuovamente ferito, rifiutato ogni soccorso, alla testa dì un nucleo di valorosi, contrassaltava per aprire un varco al reparto ormai circondato e pressato da ogni parte. Colpito una terza volta scompariva nell’ardente mischia nell’atto di incitare con l’ultimo grido i suoi alpini.”

Nel 1954 gli verrà conferita la Medaglia d’ Oro al Valor Militare, una delle tre appuntate sul Vessillo della Sezione di Firenze.

Presente all’ evento anche una rappresentanza del Gruppo Alpini Umbria, guidata dal Capogruppo e Consigliere Sezionale, Giampiero Petrelli, Gruppo che nel 1991 ha dedicato un cippo alla sua memoria.